Ci mancherai Sherman!

Come ben sappiamo Richard Sherman ha lasciato i Seattle Seahawks per andare ai San Francisco 49ers.

I Seahawk stanno chiaramente apportando cambiamenti seri in offseason. È altrettanto chiaro che molti fan non sono molto entusiasti. Chiamalo ricostruire se vuoi. Chiamalo ringiovanire. Ma se ti senti contrariato, potresti chiamarlo annientamento totale. Non importa come lo chiami, i Seahawks stanno apportando modifiche "drastiche" per la stagione 2018. Molte persone hanno sostenuto le difficili decisioni che devono affrontare i Seahawks, e d'altra parte, alcuni sono stati, meno che solidali.

Richard Sherman è stato acquistato come 154esimo giocatore al draft del 2011 dopo che i Seahawks hanno creduto in lui nonostante l'infortunio che si portava dietro dal college, ora Sherm si è unito al più grande rivale dei Seahawks, è ovvio che questo faccia male ai tifosi di Seattle.
Se la NFL fosse tutta basata sulla lealtà, i Seahawks lo avrebbero trattenuto agevolmente. Ma non potevano permettersi di farlo ed hanno fatto ciò che era meglio per la squadra: Richard Sherman ha firmato un contratto di tre anni invece di un contratto di un anno di show-me. Ha fatto ciò che era meglio per la sua famiglia. Non trattenerlo contro la sua volontà è stata una scelta difficile ma probabilmente giusta nelle dinamiche della NFL attuale.

È difficile discutere con il punto di vista di Sherman. L'offerta dei 49ers era troppo buona per lasciarsela sfuggire solo per placare i fan che non avevano in mente il suo miglior interesse. Sherman non solo ha la possibilità di guadagnare tanti soldi come non avrebbe potuto fare a Seattle: firmare con i 49ers è stato un gioco da ragazzi e le motivazioni le ha spiegate molto chiaramente:

Infine, i Seahawks stanno smantellando la squadra perché hanno mancato i playoff per la prima volta in cinque anni. Per quanto riguarda la squadra, è tutta una questione di soldi. Denaro che i Seahawks non avevano, proprio perché ci vuole un sacco di soldi per mantenere tutto quel grande talento: rilasciare Richard Sherman e altre mosse hanno più che raddoppiato il cap space per Seattle. Questo è esattamente il tipo di mossa necessaria per mantenere giocatori come Earl Thomas.

La NFL è un gioco da giovani, come alludeva Michael Bennett a gennaio. Servono soldi per ottenere nuovi giocatori, per ringiovanire la rosa. I soldi sono generati non rinnovando vecchi giocatori consolidati. Queste non erano mosse facili e potrebbero non essere state tutte tutte mosse azzeccate, ma il FO non aveva praticamente nessuna possibilità di migliorare la squadra senza prendere decisioni gravi come questa.

Certo vedere Sherman con un'altra maglia fa male ma ci dobbiamo rassegnare: la legion of boom ci sta dando l'addio, o spero l'arrivederci. Con Bennett agli Eagles, Lane rilasciato, Sherman ai 49ers, la difficile situazione di Earl Thomas e di Kam Chancellor non resta che salutare questa difesa mostruosa e affidarla a dei giovani sperando che possano riprodurre quello che i veterani gli hanno tramandato.