Georgia Bulldogs: quick preview 2015

georgia-01-Footbal Study Hall Ranking: 3

Head Coach: Mark Richt (15th year 136-48)

Record 2014: 10-3

Match da non perdere: Alabama (3 Oct.) Missour (17 Oct.) at Auburn (14 nov.) at Gerogia Tech (28 Nov.)

Punto di forza: posto #12 per yard su corsa, posto #8 per punti segnati e posto #16 per punti subiti. Con questi numeri i Bulldogs si presentano ai nastri di partenza come una delle squadre più equilibrate quest’anno. Un’ottima O-Line, un gran QB, un running game da paura; sono tanti i punti di forza di una squadra che nonostante ha perso pezzi importanti nell’ultimo draft, può contare su sostituti veramente forti che non faranno rimpiangere gli assenti e a cui spetta il compito di tenere la squadra più compatta possibile.

Nick Chubb
Nick Chubb

Punto debole: i problemi principali della squadra vengono dalla posizione di Centro dove Isaiah Wynn, il più indicato a prendere il posto di starter, finora non ha dato molte garanzie ed ha bisogno di prendere confidenza; poi è da tutta da valutare la posizione di wideout dato che i ricevitori titolari dell’anno scorso, Chris Conley e Michel Bennett, non ci sono più e quindi sarà Malcom Mitchell il target numero 1.

First look offense: il nuovo coordinatore offensivo, Brian Schottenheimer, ha un unico compito per i suoi ragazzi: dare la palla a Nick Chubb e lavorare per dare la palla a Nick Chubb. Anche quest’anno il running game di Georgia è qualcosa di fenomenale non solo perché ci sarà il #27 ma anche perché dietro di lui ci sono altri ragazzi davvero di talento. Tuttavia c’è da sistemare la questione Centro e quella relativa al QB; con la partenza di Mason infatti saranno in due a contendersi il posto da titolare e cioè Brice Ramsey e Faton Bauta. E’ vero che i Bulldogs non fanno del passaggio la loro filosofia ma comunque servirà un buon QB e che prenda subito confidenza con un reparto di ricevitori anch’esso da rifondare.

First look defense: dominante; quest la parola più appropriata per definire il pacchetto LB. I top two dello scorso anno, Amarlo Herrera e Ramik Wilson, sono andati via ma non c’è nulla di cui preoccuparsi; i loro sostituti sono giocatori da 225 tackle di produzione. Il gran lavoro svolto al suo primo anno dal DC Jeremy Pruitt, sta dando i frutti sperati e con una linea che comprende Leonard Floyd e Jordan Jenkins la difesa, sopratutto quella contro le corse, può essere veramente un fattore determinante.

Leonard Floyd
Leonard Floyd

NFL prospect to watch: con una grandissima stagione da sophomore il LB Leonard Floyd è il candidato ideale di Georgia per essere scelto al draft 2016; 55 tackles, 6,5 sack e ben 23 QB hurries al primo anno cui si aggiungono sempre 55 tackle, 6 sack e 17 hurries al secondo anno. Questi sono i numeri spaventosi di un ragazzo considerato, non a torto, uno dei migliori pass-rusher della lega. Le misure 6,4 e 231 pound lo rendono inarrestabile e anche un forte bloccatore contro le corse. Molto agile allo snap, in uno contro uno riesce quasi sempre ad avere la meglio sugli o-line avversari grazie ad una grande agilità e da molti scout è dato al primo giro. Se la su stagione sarà sulla falsa riga delle prime due ne vedremo davvero le belle.

 

– Francesco Fele –